Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

Medjugorje - Notizie utili

Informazioni

 

 

DOCUMENTO RICHIESTO

CITTADINI ITALIANI:
Agosto 2013: Si riassumono qui di seguito le informazioni relative ai documenti di viaggio emessi dalle Autorità italiane ai fini dell’espatrio e riconosciuti validi presso le Autorita’ di frontiera della Bosnia Erzegovina per l'ingresso nel Paese. Tali informazioni sono riportate sul sito web: www.ambsarajevo.esteri.it e si possono ottenere chiarimenti usufruendo dei seguenti contatti:

Informazioni telefoniche da Lunedi’ a Venerdi’ dalle 12.00 alle 13.00
Tel. (Centralino) 00387 33 214879
E-mail (Sezione consolare): Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
E-mail: (Sezione visti): Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CITTADINI ITALIANI MAGGIORi DI 14 ANNI:
Per l'ingresso in Bosnia Erzegovina è richiesto uno dei seguenti documenti:

  • Passaporto individuale ordinario con validita' residua di almeno 3 mesi al momento dell'uscita dal territorio bosniaco
  • Carta di identità elettronica o cartacea valida per l'espatrio con validita' residua di almeno 3 mesi al momento dell'uscita dal territorio bosniaco

Al fine di scongiurare respingimenti alla frontiera, raccomandiamo ai possessori di carte di'identità con validità prorogata (cartacee rinnovate con il timbro o carte elettroniche rinnovate con il certificato) di richiedere al proprio Comune di sostituirle con nuove carte d'identità la cui validità decennale decorrerà dalla data del nuovo documento.
Non verranno accettati in alcun caso documenti sgualciti, schiariti, incollati con scotch etc.

CITTADINI ITALIANI MINORI DI 14 ANNI
In base alla nuova normativa europea a decorrere dal 26 giugno 2012, per l'attraversamento delle frontiere tutti i minori italiani dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Per l'ingresso in Bosnia Erzegovina è richiesto uno dei seguenti documenti:

  • Passaporto individuale rilasciato dalle questure da 0 anni in su
  • Carta d'identita' individuale rilasciata dai comuni di residenza da 0 anni in su (per i minori di 15 anni emessa tassativamente dopo il 14/05/2011)

Il documento d'identità dovrà avere una validita' residua di almeno 3 mesi al momento dell'uscita dal territorio bosniaco.
L'iscrizione dei minori sul passaporto dei genitori non sarà più ritenuta accettabile oltre il termine del 26 giugno 2012. I passaporti in cui i minori risultino già iscritti restano validi fino alla scadenza ma consentono l'espatrio del solo soggetto maggiorenne titolare del passaporto stesso.
Avvertenze per l'espatrio di minori di anni 14:
il cittadino italiano minore di anni 14 deve obbligatoriamente essere accompagnato da uno o entrambi i genitori oppure da persona esercente la potestà tutoria per entrare in Bosnia Erzegovina.
N.B. Se nel documento personale del minore non ci sono i nomi dei genitori, consigliamo agli stessi di portare al seguito anche un certificato di nascita o uno stato di famiglia, in modo che si possa avere la certezza sulla paternità o maternità. Questo perché, pur non essendo un simile obbligo previsto espressamente dalla legge, potrebbe sussistere il dubbio che l'accompagnatore sia realmente il genitore; dunque per la tutela dei minori e per evitare disguidi e/o respingimenti alle frontiere, è importante poter dimostrare concretamente l'esistenza del rapporto genitoriale.
Se il minore è affidato ad una terza persona, oltre al documento di viaggio individuale valido per l’espatrio, deve essere in possesso di una “Dichiarazione di Accompagnamento” da richiedere alla questura di riferimento.

Non sono validi i seguenti documenti:

  • tessera AT/BT
  • certificato di nascita con fotografia (rilasciato dalle Questure per i minori di anni 15)


A CAUSA DEI NUMEROSI FURTI REGISTRATI AI TURISTI NEL PAESE, ED IN PARTICOLARE A MEDJUGORJE, SI CONSIGLIA DI PRESTARE ATTENZIONE ALLA CUSTODIA DEGLI EFFETTI PERSONALI E DI MUNIRSI DI UNA COPIA DEL DOCUMENTO DI VIAGGIO, TENENDO A PARTE GLI ORIGINALI.

CITTADINI NON ITALIANI:
I cittadini di altre nazionalità dovranno richiedere alle autorità competenti (Ambasciata o Consolato) quali sono i documenti necessari per recarsi in Slovenia, Croazia e Bosnia Erzegovina. Vi invitiamo a fare molta attenzione ai documenti necessari per i minori di 18 anni.

CLIMA E ABBIGLIAMENTO

Il clima a Medjugorje è simile a quello italiano. Si consiglia quindi un abbigliamento adatto alla stagione in corso.
Ci permettiamo di raccomandare a tutti di improntare il proprio abbigliamento allo spirito del Pellegrinaggio.

VALUTA

Le monete degli stati della ex Jugoslavia non sono reperibili in Italia perché ne è vietata l'importazione e l'esportazione. L’Euro viene accettato dovunque.

TELEFONO

Per telefonare a Medjugorje occorre digitare il prefisso 00387 36 seguito dal numero di telefono. Per chiamare da Medjugorje in Italia si deve comporre il prefisso 0039 seguito dal prefisso della propria zona compreso lo zero (es. Milano 0039 02 ......) e dal numero desiderato.
A Medjugorje é possibile telefonare da alcune pensioni (attenzione alla durata delle telefonate, poiché il costo è elevato), dalle cabine telefoniche oppure dall'ufficio postale con scheda telefonica.
Per quanto riguarda i telefoni cellulari, occorre assicurarsi che siano abilitati al roaming internazionale.

DOVE ALLOGGIAMO A MEDJUGORJE

In questi ultimi anni, a Medjugorje sono sorte numerose pensioni o piccoli alberghi prevalentemente a conduzione famigliare, piuttosto semplici ma più che decorosi e confortevoli. Per la sistemazione dei nostri gruppi abbiamo accuratamente selezionato alcune tra le strutture migliori, tutte situate nei pressi del Santuario (da 100 a 350 metri di distanza). Tutte le pensioni dispongono di camere con doccia e servzi; alcune dispongono di aria condizionata e di ascensore. Il vitto è il più rispondente possibile ai gusti della clientela italiana.

QUALI ATTIVITA' PROPONIAMO

A Medjugorje il programma prevede:

  • la partecipazione alle liturgie e agli incontri proposti dalla parrocchia
  • la salita al Podbrdo (il colle delle prime apparizioni) e al Krizevac (il monte della grande Croce)
  • incontri con i Padri Francescani e con alcune comunità presenti a Medjugorje
  • tempo libero per le attività personali (Adorazione, Confessione etc.)
  • incontri con i veggenti, compatibilmente con la loro presenza a Medjugorje e alla loro disponibilità a ricevere i pellegrini; disponibilità ormai sempre più ridotta considerando che i veggenti sono tutti sposati, hanno impegni famigliari e alcuni di loro non abitano neppure a Medjugorje. Di conseguenza, anche se viene fatto il possibile per realizzarli, questi incontri non possono essere garantiti

ACCOMPAGNATORE - ASSISTENTE SPIRITUALE

In tutti i nostri pellegrinaggi viene garantita la presenza di un accompagnatore particolarmente preparato e la guida spirituale di un Sacerdote o Religioso. Questi saranno a disposizione dei partecipanti per la miglior riuscita del pellegrinaggio. Per qualsiasi necessità o problema durante lo svolgimento del viaggio, i partecipanti dovranno rivolgersi all'accompagnatore. L'assistente spirituale sarà a disposizione dei pellegrini anche per le confessioni.

I VEGGENTI

I veggenti all’inizio delle apparizioni erano dei ragazzi che frequentavano la parrocchia come tanti altri. In nulla si distinguevano dai loro coetanei. Andavano a scuola e la domenica alla Santa Messa, aiutavano i genitori nei lavori quotidiani nella casa e nelle campagne, giocavano con gli amici ai tipici giochi dei ragazzi.

I veggenti sono:

Mirjana Dragicevic – Soldo
Nata nel 1965. Ha avuto le apparizioni quotidiane fino al 25 dicembre 1982. Affidandole il decimo ed ultimo segreto, la Madonna le disse che avrebbe avuto le apparizioni per tutte la sua vita una volta all’anno: il 18 marzo.
Dal 2 agosto 1987, ogni 2 del mese, si incontra con la Madonna e prega con lei per i non credenti.

Ivanka Ivankovic – Elez
Nata nel 1966. Ha avuto le apparizioni quotidiane fino al 7 maggio 1985, quando, affidandole il decimo ed ultimo segreto, la Madonna le disse che avrebbe avuto le apparizioni per il resto della sua vita una volta all’anno: il 25 giugno, il giorno dell’anniversario.

Jacov Colo
Nato nel 1971. Ha avuto le apparizioni quotidiane fino al 12 settembre 1998. Quel giorno la Madonna gli ha confidato il decimo segreto e ha detto che gli sarebbe apparsa una volta all’anno il 25 dicembre, nel giorno di Natale.

Vicka Ivankovic – Mijatovic
Nata nel 1964. Ha tuttora le apparizioni quotidiane.

Marija Pavlovic - Lunetti
Nata nel 1965. Ha tuttora le apparizioni quotidiane.

Ivan Dravicevic
Nato nel 1965. Ha tuttora le apparizioni quotidiane.

LA CHIESA PARROCCHIALE

La chiesa nuova fu terminata e consacrata il 19 gennaio 1969. Oggi è il punto focale della vita di preghiera dei parrocchiani e dei pellegrini. Dal 1981 è stata necessaria la sistemazione della stessa chiesa come anche dei suoi dintorni.
La Santa Messa ed il programma di preghiera, quello giornaliero ed anche serale, si svolgono in chiesa e, in estate, sull’altare esterno.
Nell’ingresso della piazza della chiesa è innalzata la statua di pietra bianca della Regina della Pace, opera dello scultore Dino Felici.
La parrocchia di Medjugorje è guidata dai sacerdoti-francescani, membri della provincia dei frati minori dell’Erzegovina. Nei loro impegni con i pellegrini sono sostenuti dall’aiuto dei sacerdoti provenienti da tutte le parti del mondo, che sono le guide spirituali dei vari gruppi di pellegrini.

I CONFESSIONALI

Medjugorje oggi è anche conosciuta come il confessionale del mondo.
Lunghe sono le file delle persone che desiderano confessarsi. I confessionali sono stati terminati nell’anno 2001.

PROGRAMMA DI PREGHIERA IN PARROCCHIA

Lunedì:
Ore 11 S. Messa concelebrata in italiano
Ore 17-20 (18-21 in estate) Programma di preghiera serale con la possibilità di confessarsi.

Martedì:
Ore 11 S. Messa concelebrata in italiano.
Ore 17-20 (18-21 in estate) Programma di preghiera serale con la possibilità di confessarsi

Mercoledì:
Ore 11 S. Messa concelebrata in italiano.
Ore 17-20 (18-21 in estate) Programma di preghiera serale con la possibilità di confessarsi.
Ore 21-22 (22-23 in estate) Adorazione eucaristica.

Giovedì:
Ore 11 S. Messa concelebrata in italiano.
Ore 17-20 (18-21 in estate) Programma di preghiera serale con la possibilità di confessarsi.
Adorazione eucaristica subito dopo la Messa.

Venerdì:
Ore 11 S. Messa concelebrata in italiano.
Ore 14 (15 o 16 in estate) Via Crucis sul Krizevac.
Ore 17-20 (18-21 in estate) Programma di preghiera serale con la possibilità di confessarsi.
Venerazione della croce subito dopo la Messa.

Sabato:
Ore 11 S. Messa concelebrata in italiano.
Ore 17-20 (18-21 in estate) Programma di preghiera serale con la possibilità di confessarsi.
Ore 21-22 (22-23 in estate) Adorazione Eucaristica.

Domenica e festivi:
Ore 9 S. Messa concelebrata in italiano.
Ore 14 (15 o 16 in estate) S. Rosario sul Podbrdo.
Ore 17-20 (18-21 in estate) Programma di preghiera serale con la possibilità di confessarsi.

Contattaci per informazioni

Luoghi significativi

 

 

PODBRDO - La collina delle apparizioni

Il Podbrdo è la collina dove, nel 1981, ebbero luogo le prime apparizioni. Si trova sopra la frazione di Bijakovici, dove all'epoca abitavano i veggenti. Da allora, il Podbrdo è sempre frequentato, di giorno e spesso anche di notte, da pellegrini in preghiera e in meditazione. Lungo la salita che da BijaKovici conduce al luogo dove i veggenti videro la Madonna i primi tempi, sono stati collocati dei rilievi in bronzo che rappresentano i misteri gaudiosi, gloriosi e dolorosi del rosario. I rilievi sono stati realizzati dallo scultore italiano Carmelo Puzzuolo. Ai piedi del Podbrdo si trova la “Croce blu” che è stata posta nel 1985 ad indicare il luogo dove spesso, il lunedì e il venerdì sera, si incontra e prega il gruppo di preghiera di Ivan, al quale poi appare la Madonna.

KRIZEVAC

Il Krizevac è il monte che sovrasta Medjugorje, dove gli abitanti del villaggio nel 1933 in ricordo del 1900° anniversario della morte di Gesù (Anno Santo della Redenzione) costruirono una croce di cemento armato alta mt. 8,5. i fedeli, in gruppi e individualmente, salendo sul monte pregano la Via Crucis. Nei primi anni le stazioni erano segnate con croci in legno. Nell’anno 1988 accanto alle croci sono stati eretti dei rilievi in bronzo, opera dello scultore Carmelo Puzzuolo, che rappresentano le stazioni della Via Crucis. Poco prima della cima è stata posta una grande pietra con una targa raffigurante Padre Slavko Barbaric, nel luogo in cui morì improvvisamente il 24 novembre 2000, al termine della Via Crucis da lui guidata. Ogni anno, la seconda domenica di settembre, ai piedi della Croce viene celebrata una grande Messa in occasione della festività dell’Esaltazione della Croce. A questa celebrazione assistono sempre migliaia di fedeli croati e di pellegrini provenienti da tutto il mondo.

CAPPELLA DELL’ADORAZIONE

Durante il soggiorno a Medjugorje, i pellegrini che desiderano dedicare una parte del loro tempo alla preghiera personale e all’Adorazione al Santissimo possono farlo nella cappella dell’Adorazione, situata nella parte sinistra guardando la chiesa.
La cappella è aperta tutto il giorno e all’interno si ha anche l’opportunità di conoscere una parte della storia di Medjugorje. Infatti nell’anno 2000 sono stati esposti i rilievi dei sacerdoti nati nella parrocchia di Medjugorje che furono uccisi dal governo comunista dopo la 2° guerra mondiale.
Ogni 25 del mese la Cappella rimane aperta tutta notte ed è possibile fare l’Adorazione notturna silenziosa al Santissimo Sacramento.

LA SALA (PADIGLIONE GIALLO)

Nell’anno 1998 è stata costruita una grande sala (situata dietro la chiesa) per gli incontri di preghiera, incontri di testimonianze, celebrazioni, S. Messe e per convegni.

IL VILLAGGIO DELLA MADRE

Majcino selo (Villaggio della Madre), è una istituzione ideata per l'accoglienza e l'educazione dei bambini abbandonati, trascurati o trascurati, dalla nascita fino ai 18 anni. È nato dal desiderio del suo fondatore, padre Slavko Barbaric, di offrire ai bambini e ai giovani un’educazione programmata e strutturata, affinché possano svilupparsi fisicamente, intellettualmente, moralmente, spiritualmente e culturalmente. La cura dei bambini è stata affidata alle Suore Francescane dell'Erzegovina e a collaboratori laici. All'interno del villaggio si trova anche un asilo-nido, un ambulatorio odontoiatrico ed uno ambulatorio di fisioterapia.

CENACOLO (COMUNITA’ DI SUOR ELVIRA)

Insieme con la guarigione psichica vissuta da tanti pellegrini, Medjugorje si è mostrata altrettanto efficace anche nella guarigione dalle diverse dipendenze.
La comunità di Suor Elvira “il Cenacolo” a Bijacovici è stata aperta nel 1991 e, da allora, in essa molti giovani si sono liberati dalla droga, rinnovati e preparati a vivere una vita libera dalle varie dipendenze.
Nella comunità non si usa nessuna medicina. Il motto della comunità è: “prega e lavora”.
A Bijakovici è stata recentemente aperta anche la comunità femminile del Cenacolo.

Contattaci per informazioni

I nostri siti:

Resta aggiornato sulle nostre iniziative, iscriviti